Tel.(+39) 0220572611     
Fax (+39) 0220572644     
info@fourthtour.it     
 


Mauritius

Mauritius è un’isola vulcanica lunga 58 km da nord a sud e larga 47 km da est a ovest, per un totale di 1.865 km. Oltre all’isola principale, il paese comprende l’isola abitata di Rodrigues, circa 560 km a nord-est, e alcuni isolotti corallini come Cargados, Carajos e Agalega. Mauritius e le sue dipendenze fanno parte delle Mascarene assieme a Réunion (che con Tromelin appartiene all’Africa Francese).

L’isola era già conosciuta nel X secolo dai commercianti arabi e da altre popolazioni di colonizzatori ma solo nel 1598 fu veramente reclamato il possesso dell’isola da parte degli olandesi e battezzata come Maurice, in onore del loro goverantore. Ma la prima vera svolta per lo sviluppo dell’isola avvenne in seguito con le colonizzazioni, francese e successivamente inglese, che introdussero una notevole percentuale di manodopera cinese e indiana.

Mauritius ottenne l’indipendeza dalla Gran Bretagna nel 1968, e dopo alcuni governi altalenanti, attualmente creoli, franco-mauritiani, induisti e musulmani convivono pacificamente tra loro e il paese è indirizzato alla collaborazione con altri paesi Occidentali.

Luoghi da visitare:

Port Luis – La capitale

Il luogo ideale per assaporare il clima della città è Port Louis Market, il mercato vicino al lungomare, nel cuore della città, che offre bancarelle con frutta e verdura, carne e pesce, souvenirs, prodotti artigianali, vestiti e spezie, tutti a prezzi rigorosamente contrattabili. Nel quartiere si trova anche il Natural History Museum, la Moschea Islamica di Jummah, eretta alla metà del XIX secolo e stranamente collocata nel cuore di Chinatown, e Fort Adelaide, una fortezza dall’aspetto arabeggiante che i locali chiamano la Citadel.

Considerato la Lourdes dell’Oceano Indiano, il Santuario di Père Laval si trova a Ste-Croix, a nord-est del centro cittadino.

Grand' Baie

Tale è l’estensione di questa baia, che le sue estremità arrivano quasi a racchiudere le acque a cerchio. All’interno, un porto accoglie le imbarcazioni da diporto: da semplice villaggio di pescatori, ora è infatti diventata uno dei principali centri turistici dell’isola.

Punto di ritrovo per sommozzatori e appassionati di immersioni, le sue splendide spiagge sono tra le mete preferite di amanti del surf e del windsurf, e durante la notte il divertimento è assicurato dai diversi clubs (dove è possibile ascoltare dell’ottima musica) e da locali nati negli ultimi anni.

Botanical Gardens

Situato all’interno del villaggio di Pamplemousses, il piccolo ma curatissimo orto è uno dei luoghi più importanti di Mauritius. Una delle principali attrattive del parco è costituita dalle gigantesche ninfee della specie Victoria Regia, native dell’Amazzonia. Nel parco potrete vedere recinti con i cervi di Giava e le tartarughe giganti.

Baie aux Tortues et de l'Arsenal

Deve il doppio nome alle tartarughe marine che qui si recavano per deporre le uova e all’arsenale francese, ora in rovina, la cui struttura è attualmente inglobata nella proprietà dell’Hotel Maritim.

Flic en Flac

Poco più a nord di Tamarin si trova Flic en Flac, villaggio che negli ultimi anni è divenuto uno dei principali centri turistici di Mauritius, grazie alle sue bellissime spiagge bianche circondate dall’azzurro cristallino del mare e dai verdi boschi di Filaos. Uno spettacolo incredibile anche per chi ama l’immersione, con la stupenda barriera corallina e i coloratissimi abitanti del mondo sottomarino. Flic en Flac è considerata una delle più belle spiagge di tutto l’Oceano Indiano.

E tanto altro ancora...

LINGUA UFFICIALE

Le lingue ufficiali sono l’inglese e il francese. La lingua parlata della popolazione locale è il creolo e in minoranza l’hindi.

CLIMA

Il clima è di tipo subtropicale e non esiste una reale differenza tra alta e bassa stagione. Il profondo 'inverno' dell’isola va da luglio a settembre, quando durante il giorno il clima si trasforma da appiccicoso a mite. È sicuramente questo il periodo migliore per visitare Mauritius, anche perché piove meno e il tasso di umidità è più contenuto che nel resto dell'anno. Dal punto di vista climatico, il periodo meno piacevole è da gennaio a febbraio, con giornate lunghe, calde e umide. In caso di piogge torrenziali, preparatevi a trascorrere alcuni giorni rinchiusi in casa. Le migliori immersioni si effettuano tra dicembre e marzo, quando l'acqua è più cristallina; da giugno ad agosto le acque si prestano magnificamente al surf, mentre per le battute di pesca i mesi migliori sono quelli compresi tra ottobre e aprile, quando i grandi pesci si avvicinano alla riva in cerca di prede.

ABBIGLIAMENTO

Si prediligano indumenti leggeri, sportivi e da spiaggia. È bene prevedere capi più formali per le visite al di fuori delle località balneari (specie ai luoghi di culto), qualcosa di elegante per entrare in alcuni ristoranti e locali ed in alcuni hotels di lusso; abbigliamento adatto per chi desidera effettuare escursioni. Nei mesi invernali (da giugno a settembre) è consigliabile prevedere un indumento di lana per le serate o un impermeabile per le escursioni. Per gli uomini, è richiesto di indossare pantaloni lunghi per accedere ai locali pubblici dalle ore 19:00.

FUSO ORARIO

Rispetto all’Italia +3h quando vige l’ora solare, un’ora in meno quando in Italia vige l’ora legale.

VALUTA E CARTE DI CREDITO

La moneta locale è la Rupia mauriziana divisa in 100 centesimi. 1 Euro = 37 Rupie. Gli sportelli bancomat sono disponibili nei centri abitati e nei centri commerciali; le carte American Express, Diners, MasterCard e Visa sono generalmente accettate da hotels ed esercizi commerciali.

ACQUISTI

Tessuti e batik, gioielli in argento e pietre dure, madreperla, pietre preziose, brillanti, oggetti in legno, vimini, pelle, tovaglie ricamate, abiti stampati a mano, tipici modellini di navi in legno di canfora, ottime spezie.

Vi consigliamo di cambiare il minimo indispensabile per lo shopping.

CUCINA

Le maggiori tradizioni culinarie si ritrovano nella tradizione gastronomica dell’isola: dai piatti della cucina creola, dai sapori forti e speziati, alle prelibatezze della cucina francese, fino alle zuppe della tradizione cinese, mentre la presenza dell’Oceano Indiano garantisce un vasto assortimento di pesci e crostacei. Le diverse culture coesistenti fanno di Mauritius una delle località più varie e ricche a livello gastronomico, dove tutto si può mangiare, e bene.

Moltissimi i piatti tradizionali, dalle origini più diverse: la rougaille, una salsa speziata a base di pomodori e zenzero con cui condire sia pesce che carne, s’inserisce nella miglioe tradizione della cucina creola; vindaye, salsa di senape servita con pesce freddo, così come il chutney, insalata a base di frutta, ortaggi e spezie, sono piatti di origine indiana; il bol renversé, una zuppa di gamberetti, tagliatelle e pollo, proviene direttamente dalla cucina cinese; orientale è la tanto buona quanto originale youm koumg, una specialità a base di frutti di mare al cocco; la cucina francese domina poi con le sue buonissime zuppe. Il sapore più tipico di Mauritius rimane comunque il curry, a base di carne o di pesce. Una cucina, quindi, internazionale e originale allo stesso tempo.

E non manca la varietà nemmeno nelle bevande, con vini importati soprattutto dalla Francia e prodotti indigeni caratteristici come il rum o l’alood, gustosa bevanda ottenuta con sciroppo di rosa e semi di alooda. L’originalità mauriziana non poteva esimersi neanche nel caffè: da una parte il caffè creolo, con tanto di scorze di agrumi e rum, servito flambé, dall'altra il coulé, caffè filtrato insieme alla vaniglia.

RELIGIONE


La maggioranza della popolazione è indù, con forti minoranze cristiana (soprattutto cattolica) e musulmana.

TRASPORTI

Spostarsi a Mauritius è piuttosto semplice e le strade sono in buone condizioni. È possibile spostarsi in autobus, noleggiare auto, biciclette e anche imbarcazioni.

Noleggiare un’autovettura è un eccellente modo per andare alla scoperta del territorio e dei suoi angoli più segreti, grazie alla rete stradale che si estende per 1600 Km di lunghezza. Come in altri paesi eredi della struttura amministrativa anglosassone, la guida è a sinistra. Port Louis, Rose Hill, Quatre Bornes e Curepipe sono dotate di parcheggi orari a pagamento.

Per noleggiare un auto occorre avere almeno 23 anni, e bisogna essere in possesso di una Patente Internazionale di Guida valida per un periodo di almeno 12 mesi.

La scoperta delle molteplici attrattive locali mauriziane può avvenire anche attraverso le efficienti linee di autobus che collegano le varie zone dell'isola con una fitta rete di corse. In città il servizio termina alle 20:00, mentre nelle zone rurali il termine viene anticipato alle 18:30. Le principali località dell’isola sono, invece, collegate dai bus fino alle 23:00 con uno speciale servizio notturno.

I taxi, dotati di regolare tassametro, sono numerosi sull’isola e contraddistinti dalle insegne gialle. I prezzi vanno assolutamente contrattati prima di salire. È possibile noleggiare un taxi per un’intera giornata (circa 50,00 Euro / 30,00 Euro per mezza giornata) o anche prendere taxi collettivi, riducendo così notevolmente il prezzo della tratta.

Per spostarsi da Mauritius a Rodrigues, oppure per puntare alla volta delle altre isole dell’Oceano Indiano, è possibile scoprire il fascino di un mezzo che negli ultimi anni si sta affermando come via alternativa all’aereo: la nave-cargo.

DOCUMENTI

I cittadini di nazionalità italiana possono entrare a Mauritius senza visto e trattenersi nel paese per 90 giorni. I visitatori italiani devono essere muniti di passaporto con validità di almeno sei mesi dalla data di rientro, devono esibire alla dogana un biglietto di ritorno e dimostrare di essere in possesso di mezzi finanziari necessari alla durata del loro soggiorno. Il rispetto di queste condizioni permette di prolungare il periodo di permanenza di altri 3 mesi per ragioni turistiche facendone richiesta al Passport&Immigration Office.

VACCINAZIONI

Non è richiesta nessuna vaccinazione. Sono consigliate, però, le vaccinazioni contro difterite e tetano, epatite virale A, epatite virale B, febbre tifoide.

A coloro che provengono da aree affette da febbre gialla, è in genere richiesta la vaccinazione contro tale malattia.

L’isola di Mauritius, essendo tropicale, è ricca di vegetazione, pertanto è consigliato adottare precauzioni, come l’utilizzo di adeguati repellenti per proteggersi dalle punture di insetti e zanzare specie durante la stagione umida (ottobre – maggio).

Si consiglia di stipulare preventivamente una polizza sanitaria con copertura completa, che preveda anche la possibilità di un rimpatrio sanitario o l’eventuale trasferimento in altro paese. È, inoltre, preferibile che l’assicurazione sanitaria assicuri l’opportunità di ottenere degli anticipi in caso di ricoveri ospedalieri, in quanto sovente nessuna prestazione sanitaria viene erogata da cliniche private senza il pagamento anticipato almeno di un deposito (talvolta molto elevato).

Per evitare malattie da cibi e bevande inquinati è raccomandabile mangiare solo cibi cotti. Come regola generale, l’acqua del rubinetto a Mauritius è sicura da bere, ma fate attenzione poiché la situazione può cambiare subito dopo un ciclone o una tempesta causata da un ciclone. Non bevete mai dai ruscelli poiché potreste contrarre una qualunque malattia che si trasmette attraverso l’acqua. Per maggior tranquillità consumate solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde.

FOTOGRAFIA

Si consiglia di portare con sé il materiale fotografico dall’Italia.

Non esistono particolari restrizioni per quel che concerne le foto o i video amatoriali. Ricordatevi, tuttavia, che essendo un paese in parte musulmano, non è cortese ritrarre senza permesso; si raccomanda sensibilità e rispetto delle persone e dei luoghi di preghiera: è opportuno chiedere sempre prima di scattare foto o fare riprese video che ritraggano persone del luogo, in particolare le donne.

CORRENTE ELETTRICA

Il voltaggio è di 220V. È conveniente munirsi di adattatore che vi consenta di utilizzare prese a due o a tre spinotti.

MANCE

Solitamente le mance non sono comprese nelle quote, ma sono comunque sempre gradite ed attese, a discrezione, a tutti coloro che offrono un servizio come facchini, baristi, camerieri, housekeepers, etc.

COMUNICAZIONI TELEFONICHE

La rete telefonica è moderna e permette di effettuare chiamate internazionali dirette (IDD) da ogni apparecchio, pubblico e privato. La numerazione locale è a sette cifre e non esistono prefissi distrettuali. Il prefisso di teleselezione internazionale è 00230. Per chiamare l’Italia da Mauritius occorre anteporre lo 0039 al numero, comprensivo di identificativo di località preceduto dallo 0.

È possibile usufruire del servizio di roaming internazionale per telefoni GSM con qualunque gestore italiano. In tutta l’isola la ricezione del segnale è ottimale.

TASSE AEROPORTUALI

La tassa, da pagare in aeroporto prima del volo di rientro, è di circa 36,00 Euro per gli adulti e di 15,00 Euro per i bambini (2-12 anni). Si ricorda che le tasse aeroportuali possono essere indotte, annullate e modificate in qualsiasi momento dalle Autorità locali preposte e devono essere corrisposte direttamente dal passeggero in loco.

IMPORTANTE

Mauritius gode di una stabilità politica e di una situazione di sicurezza sconosciute alla grande maggioranza degli altri Paesi africani. Si è registrato, però, un leggero aumento degli episodi di criminalità comune, come furti, aggressioni e talvolta stupri. Si raccomanda, pertanto, di osservare sempre quelle norme di vigilanza e prudenza consigliabili quando si viaggia, evitando di mostrare beni di valore e di portare con sè i documenti. Si consiglia di fare sempre una fotocopia del proprio passaporto, da conservare separatamente dal documento originale, insieme alle grosse somme di denaro.

Sono previste pene severe per l’uso e la detenzione di droghe che, a seconda della gravità, possono arrivare anche fino al carcere a vita.